COME TO LIVE

VIENI PER VIVERE è lo slogan che riassume la proposta di catechesi del Centro di Pastorale Giovanile (settore pre adolescenti) per l’anno pastorale in corso 2018 - 2019. “Generati in Cristo nostra vita”: è il titolo della lettera pastorale che il Vescovo Marco, lo scorso anno, ha indirizzato alla Chiesa mantovana, per consegnarle una traiettoria di cammino e una “visione” che segni le tappe del prossimo futuro. Ci ha invitato a non disperderci su singoli aspetti organizzativi ma a camminare insieme verso la sorgente di questa vita nuova che scaturisce dal Battesimo. Anche quello di quest’anno è un cammino di riappropriazione esistenziale del Battesimo e di approfondimento comune di quanto è al cuore della vita cristiana.

L’immagine che ci guida è quella di quell’uomo che, secondo l’evangelista Marco, corre incontro a Gesù e gli domanda: “Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?”. È un’icona tipica del discepolato: Matteo parla di un giovane (19,16-22), Marco, più semplicemente, di “un tale”, perché ciascuno possa identificarsi con lui.

La proposta di Catechesi accompagna l’anno liturgico; la “cattedra” da cui la Chiesa insegna ai cristiani il rapporto giusto con il tempo è la liturgia. La liturgia è come una scala che permette al tempo e all’eternità di comunicare: al cielo di congiungersi a noi e a noi di salire al cielo.

La scansione tematica offre il materiale per gestire con i ragazzi questi argomenti:

  1. -Gesù si fa trovare sulla strada e intercetta i desideri che sono nel cuore di ogni persona. “Mentre andava per la strada, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: “Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?”. Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò”.

  2. -Il dialogo con Gesù fa emergere l’insufficienza della risposta religiosa. “Maestro tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza”. "Una cosa sola ti manca!"

  3. -La conversione porta il ragazzo a mettersi in gioco per essere servo. “Che cosa devo fare per avere la vita eterna?”. “Vieni! Seguimi!”.

  4. -La conversione comporta la fatica dell’ascesi e della purificazione: per seguire Gesù occorre abbracciare un percorso di purificazione dagli attaccamenti disordinati alla materia. “Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri”. ... “Se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni”.

  5. -La vita del discepolo è dentro e sotto la luce di Cristo risorto. “Avrai un tesoro in cielo”.